secondo trimestre di gravidanza

Secondo trimestre di gravidanza

Il secondo trimestre di gravidanza va dalla 14esima alla 27esima settimana di gestazione. A differenza del primo trimestre, dove non avevo ancora ben realizzato cosa stesse succedendo e ho sofferto di stomaco, ho vissuto il secondo trimestre di gravidanza con molta serenità e, per la prima volta nella mia vita, con un ottimo rapporto con la mia pancia, sempre più sporgente. Nausea e vomito stavano lasciando spazio ad una sensazione di fame senza fine, mi sentivo in forma e la pancia mi permetteva di fare tutto perché non era ancora esageratamente ingombrante.

Ecografia Morfologica

L’ecografia morfologica è molto importante poiché permette di accertare il corretto sviluppo del bambino e fa parte delle 3 ecografie gratuite passate dal SSN. Il ginecologo verifica inoltre la posizione della placenta e valuta la quantità di liquido amniotico presente.

Come per le altre ecografie è stata un’emozione fortissima e siamo rimasti col fiato un po’ sospeso fino alla conferma che stesse proseguendo tutto bene. Terminata la visita abbiamo avuto per entrambe le gravidanze la conferma che nella pancia ci fosse una bimba. Per la prima gravidanza avevamo già avuto una previsione durante l’esecuzione della translucenza nucale, per la seconda avevamo l’esito del test del DNA eseguito qualche settimana prima.

I primi movimenti

I primi movimenti non sono sempre molto chiari. Io ho avvertito come delle bolle nella pancia per qualche secondo e poco dopo ancora, soprattutto quando andavo a letto. All’inizio credevo fosse aria in cerca della via d’uscita.

Poi ho iniziato a sentire questi movimenti sempre più spesso e con più intensità e allora ho realizzato che erano le mie bambine. Da quel momento ho vissuto le gravidanze con serenità e consapevolezza perché non si trattava più solo di una foto in bianco e nero e di vomito. Erano loro che si muovevano nella mia pancia, le potevo sentire.

Curva da carico di glucosio

Avendo casi di diabete in famiglia, ho dovuto eseguire anche questo esame, tanto temuto dalle donne incinte: la curva da carico di glucosio. Si esegue verso la fine del secondo trimestre di gravidanza o, in casi particolari, all’inizio del trimestre.

Mi hanno fatto un primo prelievo di sangue per accertare che i valori fossero nei parametri corretti, poi ho bevuto due bicchieri di glucosio (che sembrava orzata) e infine mi hanno fatto altri due prelievi, a distanza di 1 ora l’uno dall’altro. In totale l’esame dura circa 3 ore, nelle quali non ci si può allontanare dal laboratorio di analisi e non si possono assumere cibi e bevande. La mia paura era di sentirmi male e invece ho solo rischiato di annoiarmi a morte. Fortunatamente, per entrambe le gravidanze, i valori erano nella norma quindi non ho dovuto apportare modifiche alla mia dieta.

Corso in piscina

Durante la prima gravidanza, verso la metà del quinto mese, ho iniziato il corso in piscina per gestanti e ho proseguito fino all’inizio del nono, quando ho smesso perché era agosto e la piscina ha chiuso per ferie.

Andavo due volte alla settimana e quando uscivo ero distrutta fisicamente ma mi sentivo piena di energia. La lezione durava un’ora ed era così suddivisa:

  • 10 minuti di esercizi di respirazione e riscaldamento fuori dall’acqua,
  • 40 minuti di esercizi con diversa intensità in piscina, utilizzando solo gambe e braccia
  • 10 minuti di rilassamento nella piscina con l’acqua tiepida, con le mani appoggiate sul pancione.

Al corso ho imparato l’unica cosa che si è rivelata davvero fondamentale e salvifica durante i miei travagli disastrosi: la respirazione diaframmatica.

Mi sarebbe piaciuto ripetere l’esperienza anche con la seconda gravidanza ma avere Camilla a casa per la chiusura estiva del nido e successivamente l’inserimento alla scuola dell’infanzia mi sembravano cose già sufficientemente impegnative.

E tu?

Tu come hai vissuto, o stai vivendo, il tuo secondo trimestre di gravidanza?

Se ti va puoi dare un’occhiata anche ai miei post sul primo trimestre e sulla ricerca della gravidanza, oppure vieni a sbirciare chi sono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian