checklist

Le checklist semplificano la vita

Le checklist, o to-do list o liste delle cose da fare, semplificano la vita. E lo dico io che sono, ahimè, una disordinata cronica. Non ti capita mai di arrivare a fine giornata e ricordarti improvvisamente che avresti dovuto fare qualcosa ma ti è proprio scappato di mente? A me sì.
L’esigenza di creare delle liste ho iniziato ad averla quando, nel fare le faccende in casa, mi sono ritrovata a passare da una cosa all’altra, a volte addirittura senza terminare quella che già stavo facendo. Magari capitava perché improvvisamente mi trovavo davanti a qualcosa da fare alla quale non avevo pensato o che avevo già rimandato.

Ti ritrovi in questa cosa? Mi sentivo come una gallina che corre a casaccio dopo che le tagliano la testa (immagine macabra che ho impressa nella mente grazie ai racconti di mia nonna, però rende bene l’idea).

Allora ho deciso di fare una prova e.. funziona! Ho creato un elenco di tutte le cose che avrei dovuto fare e poi, man mano che le portavo a termine, le spuntavo.

Perché le checklist semplificano la vita?

Oltre ad essere un’abitudine utile è anche appagante perché ti da la certezza di aver concluso un’attività e di poter proseguire con un’altra, anche visivamente, sulla lista stessa.
Quando ho la sensazione che si stiano accumulando troppi pensieri su cose che devo fare o in generale ricordare, inizio a scrivere, che sia sulle note o sul calendario del telefono, sull’agenda o dove capita ma metto per iscritto.

Penso che utilizzare le checklist possa semplificare la vita perchè mettere i pensieri per iscritto aiuta a memorizzare e a rilassarsi, soprattutto se lo fai alla vecchia maniera, con carta e penna. Liberano la mente dall’ansia di potersi dimenticare qualcosa e marcare un punto della lista come fatto regala la soddisfazione di aver portato a termine un’attività. Inoltre sono versatili in quanto si possono fare per qualunque cosa passi per la testa, dalle faccende domestiche, all’organizzazione del lavoro, alla preparazione della valigia…

Esempi pratici

Checklist matrimonio

A meno che non si abbia la voglia e la possibilità di affidarsi ad un wedding planner, organizzare un matrimonio necessita per forza di una checklist. Le scadenze e la quantità di cose da fare sono più di quante ci si possa immaginare, parola di chi ha fatto tutto fai da te, tranne che per la stampa degli inviti e per l’allestimento del ristorante.

Bisogna pensare a:

  • location: spazio esterno e interno, tipo di servizio offerto
  • tema/colore: per mantenere un filo conduttore
  • partecipazioni: layout, giro di consegna o spedizione
  • menù: scelta del menù principale e di eventuali menù specifici (bambini, intolleranze)
  • allestimento: del luogo dove si svolgerà la cerimonia e del ristorante
  • invitati e relativo posto a tavola: una delle cose più complicate per i forse
  • abiti: tra scelta, prove e modifiche è una cosa che richiede parecchio tempo
  • fedi: scelta e incisione
  • cerimonia,
  • bomboniere
  • varie ed eventuali

Mi è stato di enorme aiuto consultare il sito matrimonio.com sia per la ricerca dei fornitori che per l’utilizzo della checklist precompilata che mettono a disposizione, da poter poi modificare a seconda delle proprie esigenze. Questo accadeva nel 2018, non so quali strumenti mettano a disposizione adesso.

Checklist viaggio in moto

Nel giugno del 2017 abbiamo fatto un viaggio di 10 giorni in moto. Mariano ha una Ducati Multistrada e avevamo a disposizione i 3 bauletti della moto: i due laterali per i nostri vestiti e quello posteriore, più grande, per tutto il resto. Per essere sicuri di non dimenticarci nulla della categoria tutto il resto, abbiamo fatto una lista delle cose da non dimenticare assolutamente.

  • caricabatterie degli auricolari
  • pettorine catarifrangenti
  • kit pronto soccorso con etilometro
  • caricabatterie cellulari
  • tablet con caricabatteria
  • kit attrezzi per la moto
  • go pro
  • reflex
  • tute antipioggia

Tu cosa pensi delle checklist? Le utilizzi già o hai altri metodi per ricordarti le cose? Le scrivi su pezzi di carta svolazzanti, sull’agenda o sul telefono?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian