Organizzare viaggi fai da te

Come organizzare

un viaggio fai da te

Anche tu vorresti provare ad organizzare in autonomia il tuo prossimo viaggio? Sappi che è molto più semplice di quanto immagini e che è un’esperienza che riempie di soddisfazioni.

Ormai finalmente è di nuovo possibile spostarsi e viaggiare quindi puoi cimentarti nella pianificazione del tuo prossimo viaggio. In caso di viaggi all’estero, la prima cosa da fare è informarsi sull’apertura del Paese ai turisti e su eventuali requisiti necessari per l’ingresso e norme restrittive derivati dalla pandemia. Trovi informazioni e aggiornamenti sul sito della Farnesina Viaggiare Sicuri oppure direttamente sui siti istituzionali del Paese di destinazione.

Ma.. come si fa ad organizzare un viaggio fai da te?

Scegli dove e quando

Chi di noi non ha un posto che vorrebbe visitare almeno una volta nella vita? Io ne ho fin troppi!

L’ideale sarebbe che tu possa scegliere dove andare e poi, sulla base delle tue preferenze o della peculiarità del posto, individuare il periodo migliore per andarci. Questo è il tuo punto di partenza. Quando io e mio marito non sappiamo da dove partire, apriamo una cartina e vediamo dove vorrebbe portarci il cuore, tenendo ben presente anche le nostre tasche. È un metodo infallibile.

A volte però questo non è possibile, magari a causa di vincoli lavorativi, e allora ti consiglio di fare l’inverso: cerca una meta in base a quando puoi partire. Hai un Mondo intero da scoprire e, per ogni periodo obbligato di ferie, troverai un luogo adatto alle tue esigenze!

Alcune mete nelle quali la scelta del periodo è importante sono quelle con fenomeni naturali o ricorrenze stagionali, ad esempio la fioritura dei ciliegi in Giappone, la stagione degli uragani ai Caraibi o l’Oktoberfest a Monaco di Baviera.

Per dove andare non intendo solo il luogo geografico ma anche il tipo di struttura. Se siamo amanti dei campeggi o dei family hotel o in caso di esigenze particolari, potremmo essere più flessibili sulla località.

Per esempio, noi a dicembre 2021 avevamo dei giorni di ferie e il bonus vacanze. Abbiamo deciso di approfittare dell’opportunità del bonus per cercare un family hotel in trentino, dato che ne ho sempre sentito parlare molto bene. La ricerca si è quindi concentrata su una struttura che avesse dei servizi anche per bambini sotto i 3 anni, che accettasse il bonus e che rientrasse in un determinato budget. Il Trentino Alto Adige è pieno di family hotel e alla fine quello che ha fatto la differenza nella scelta è stato proprio il budget in rapporto ai servizi offerti. La località sarebbe potuta essere una qualsiasi e ci siamo ritrovati nella magica Moena, ai piedi delle Dolomiti.

Fai un elenco di posti da vedere e cose da fare

Perché hai scelto proprio quella meta? Fai un elenco di posti da vedere e cose da fare, suddivisi per le categorie che più ti aggradano:

  • città
  • regione
  • cultura
  • divertimento
  • eventi
  • cibi da assaggiare
  • esperienze da provare
  • qualunque altra cosa ti venga in mente

Ti consiglio di fare delle ricerche su internet o sulle guide di viaggio per lasciarti ispirare e non perderti niente. A me piace anche leggere i racconti di viaggio nei blog per conoscere altri punti di vista, certamente più personali rispetto alle indicazioni che si possono trovare nelle guide. Possono anche essere uno spunto per scoprire qualcosa di nuovo.

Inoltre, ti conviene scriverti subito anche eventuali festività, giorni di chiusura ed orari, per non dover fare tutto di corsa o avere delle delusioni. Purtroppo a me è capitato spesso nei viaggi on the road.

Definisci l’itinerario

In base all’elenco che hai fatto sui posti che vorresti vedere e cose che vorresti fare coi relativi orari, individua dove si trovano con esattezza. Ti potrebbe essere utile creare delle vere e proprie mappe visive dei punti di interesse, per valutare quale sia il modo migliore per raggiungerli e poterti organizzare la giornata senza perdere tempo prezioso in spostamenti inutili.

Quando stavamo pianificando il viaggio a New York ho utilizzato la Moleskine di NYC, che nelle prime pagine riporta la cartina della città, sulla quale ho segnato i posti che avrei voluto vedere. Per il viaggio in moto on the road mi sono affidata a Google Maps e ad un file Excel, mentre per il viaggio di nozze zaino in spalla in Giappone ho preso un taccuino e ho scritto tutto quello che ho potuto, orari dei treni per i vari spostamenti, nomi e riferimenti dei posti dove avremmo dormito, elenco dei posti da vedere con eventuale indicazione della pagina della guida cartacea che abbiamo portato con noi.

Te ne parlerò più nello specifico quando scriverò i post sui relativi viaggi.

Consiglio

Per concludere mi sento di darti un consiglio spassionato: trova il tempo per lasciarti trascinare dalle emozioni e perderti, di solito è proprio così che si hanno le esperienze migliori!

Questi sono i miei suggerimenti su come organizzare un viaggio. Tu hai preparato la valigia? Si parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian